Calendario 2007

Moebius

La visione fantastica di Moebius ci invita a scoprire il surreale nella realtà che ci circonda e ad assistere alla nascita di Papier génial: le sei immagini rappresentano lo svolgersi di un silenzioso lungo lavoro all’interno di una enigmatica officina dove suggestivi personaggi sono impegnati alla creazione di una "carta geniale". Come in ogni sua storia, anche in questo caso Moebius ci fa respirare un’aria arcana, che ha qualcosa di fantascientifico e insieme di antico.

 


Moebius

Jean Giraud è il suo nome anagrafico: lo pseudonimo Moebius è preso dal nome dello scienziato che inventò la "figura impossibile" del doppio anello che ha due superfici ma una sola faccia, perchè costituito da una strisciolina di carta unita alle due estremità ruotate di 180°.
Nato a Fontenay–sous–Bois vicino a Parigi, fin dall’infanzia manifesta una grande passione per i fumetti; nel 1954, mentre frequenta la scuola di arti applicate, esce su "Far West" il suo primo fumetto, Les aventures de Franck et Jéremie. Raggiunta la fama con la lunga saga dei Lieutenant Blueberry, creato nel 1963 con lo sceneggiatore Jean Michel Charlier, negli anni Settanta diventa un caposcuola fra i più importanti dell’immaginario internazionale con le storie di Arzach, personaggio fantastico creato nek 1974 per la rivista "Métal Hurlant".
Da quel momento ogni altra sua creazione infuenza generazioni di disegnatori, artisti e sognatori. Ha ispirato film epocali come Blade Runner di Ridley Scott e ha contribuito alla progettazione di numerosi altri. Fra i libri che ha illustrato citiamo l’Alchimista di Paulo Coelho, Ballate di François Villon e il Paradiso di Dante Alighieri.
Una sua grande esposizione personale nel 1997 è stata presentata in Italia, prima ai Magazzini Ferroviari ai Lolli di Palermo, poi al Palazzo Bagatti Valsecchi di Milano e infine alla Fondazione Querini–Stampalia di Venezia.

Jean Giraud muore a Parigi il 10 Marzo 2012.
 

Moebius